ATS GT, il ritorno del Grifo Bolognese



Fondata nel 1962 dall'Ingegner Carlo Chiti, Giotto Bizzarrini e Romolo Tavoni, ex fedelissimi della Ferrari, la bolognese ATS (acronimo di Automobili Turismo Sport) realizza negli anni successivi alla sua creazione solamente una vettura da corsa, la Tipo 100, e un modello stradale denominato 2500 GT, caratterizzato da un motore 8 cilindri da 210 CV, oltre ad una carrozzeria dalle linee morbide e sinuose.


La ATS chiude però già nel 1965, e viene riportata in vita solamente nel 2015 dall'imprenditore Daniele Maritan, che ne rileva il marchio per rilanciarlo con una sportiva molto esclusiva, che nulla ha da invidiare a modelli più blasonati e conosciuti.


Il ritorno del Grifo


La nuova auto prende il nome ATS GT e viene mostrata in anteprima al Salon Privé, una grande rassegna organizzata a Woodstock, in Inghilterra, dove sono presenti rari modelli da collezione, mentre viene ufficialmente presentata al grande pubblico in versione definitiva alla Car Week di Monterey, negli Stati Uniti, nell'Agosto del 2018.


La vettura, basata sulla McLaren 12C e 650S, riprende numerosi elementi e concetti dalla 12 C, inclusi lo spoiler posteriore, gli specchietti retrovisori esterni e le portiere ad ali di farfalla diedri, mentre, per quanto riguarda la meccanica alcuni componenti come il motore e la trasmissione sono anch'esse di derivazione della casa automobilistica con sede Woking.



La parte posteriore della vettura è dotata di una copertura del motore opaca in fibra di carbonio, luci posteriori circolari e un'ampia griglia di sfogo per il motore, completata da un diffusore posteriore che la distinguono molto rispetto dall'originale 2500 GT di inizio Anni '60.


La carrozzeria è interamente in carbonio e consente di contenere il peso a soli 1300 Kg, e viene disegnata pensando alla tradizione del design italiano, mentre molti dettagli esterni e interni sono di alluminio fresato dal pieno.


Il design del frontale dell'auto infatti, curata da Emanuele Bomboi, richiama nella forma quello della storica ATS 2500 GT, prima vettura stradale del Grifo, ed è caratterizzata da un muso molto spiovente e fari dalla forma allungata, ed è estremamente curato, basta notare le fiancate della vettura e notare sui lati della fiancata la presenza di sensori "nascosti" che se sfiorati aprono le portiere, eliminando così le maniglie e rendendo le forme della vettura pulite.


Mentre al posteriore, i fanali sono integrati all’interno di cilindri in alluminio, che appaiono sospesi dalla carrozzeria ed estraggono l’aria calda generata dal motore, collocato dietro l’abitacolo come si conviene ad una vera supercar.


Le linee della carrozzeria appaiono di conseguenza semplici e minimali, ma non mancano particolari ispirati alle vere auto da corsa: il lunotto posteriore è composto da lamelle e l’alettone retrattile svolge anche la funzione di freno aerodinamico.



Meccanica di derivazione McLaren


Dal punto di vista meccanico invece, la ATS GT è alimentata da un motore otto cilindri biturbo con bancate a V da 3,8 Litri di derivazione McLaren, lo stesso cuore pulsante della 650 S, capace di sprigionare una potenza pari a 650 CV e 675 Nm di coppia in configurazione standard, ma può essere potenziato per generare fino a 700 CV di potenza e 750 Nm di coppia massima.


Ovviamente il cuore pulsante viene posizionato centralmente, per bilanciare al meglio i pesi della vettura e regalare ai propri clienti il massimo divertimento e piacere di guida.


Dalla supercar di Woking, la GT prende in prestito anche la centralina per il controllo di cambio, inoltre dispone del sistema di launch control per partenze da schiena incollata al sedile, mentre la trasmissione è automatica a 7 rapporti.


Altra caratteristica degna di attenzione riguarda l'impianto di scarico inedito studiato dalla ATS e realizzato interamente in Titanio. Denominato Sistema-Trio, tale soluzione prevede l'installazione di un bypass per offrire tre diverse sonorità in base alla modalità di guida prescelta.



Interni all'avanguardia


Per quanto riguarda l'abitacolo, gli interni sono costituiti da un quadro strumenti digitale all'avanguardia, con il sistema di infotainment dell'auto perfettamente integrato con il sistema di navigazione Google, e al guidatore è permesso selezionare una delle tre modalità di guida: Viaggio, Sport, Corsa, e dispone di un abitacolo molto ricco, in cui sono presenti anche il quadro strumenti digitale, un impianto audio ad alta fedeltà, e leveraggi del cambio a vista.


L'abitacolo inoltre, è rifinito in pelle Nabuk o Alcantara, e può essere personalizzato a piacere secondo le specifiche del cliente al momento dell'ordinazione della vettura.


Anche le prestazioni sono di tutto rispetto, la vettura del Grifo accelera da 0 a 100 km/h in soli 3 secondi e può raggiungere una velocità massima di circa 322 km/h, grazie anche alla collaborazione tecnica con la Michelin per l'adozione dei pneumatici Cup2 e Pilot Sport 4S.



Essendo solo 12 gli esemplari omologati per l’uso in strada, sicuramente la pista è il pane di questa splendida supercar: ne è la conferma l’impianto frenante, in materiale carboceramico, decisamente indicato per aggredire in staccata.


Il prezzo si aggira tra i 740.000 e gli 1,15 milioni di euro, collocandosi in un mercato estremamente di nicchia e super esclusivo, caratteristica che viene rimarcata dal fatto che al mondo non ci potranno essere due esemplari uguali di GT: difatti ognuno dei 12 clienti può riservare unicamente per sé uno specifico colore di carrozzeria che non potrà essere replicato sulla GT di nessun altro cliente.


Il costo però è solo un punto di partenza, dal momento che ogni esemplare può essere totalmente personalizzato in base alle richieste dei clienti.


SCHEDA TECNICA


DIMENSIONI


Coupé 2 posti – 2 porte

Dimensioni

Lunghezza mm. 4700

Larghezza mm. 1960

Altezza massima mm. 1210

Pass mm. 2670

Peso a secco kg. 1300

Bagagliaio dm3 230


MECCANICA


Motore bi-turbo V8 ad alti regimi di rotazione con lubrificazione a carter secco

Cilindrata 3799 cc.

Potenza 478 KW / 650 CV a 7.250 giri/min. – Upgrade Optional 515 KW /700 CV

Coppia massima 678 Nm – Upgrade Optional 750 Nm

Omologazione Euro 6

Trazione posteriore

Cambio ATS automatico a sette rapporti, trasmissione dei segnali by wire


PRESTAZIONI


Velocità massima: oltre 330km/h

Accelerazione da 0 a 100 km/h: 3,0 secondi, con funzione launch control

Accelerazione da 0 a 200 km/h: 9,9 secondi

Emissioni CO2 275 g/km


CONSUMI


Urbano 18 lt./100 km

Extraurbano 9 lt./100 km

Misto 12 lt./100 km


DINAMICA


Sospensioni anteriori e posteriori a doppi bracci trasversali

Ammortizzatori regolabili tramite ghiera

Assetto elettronico attivo

Sistema controllo stabilità ESP

Freni con dischi carbo-ceramici

Cerchi anteriori da 20” ; posteriori da 21”

Pneumatici anteriori 255/30R20 ; posteriori 355/25R21

Opzioni di configurazione di guida Viaggio-Corsa -Sport

Scocca in struttura multi-materiale (leghe di alluminio e fibra di carbonio) capace di eccellenti valori di resistenza alla torsione


INFOTAIMENT


Quadro strumenti attivo

Schermi centrali touch screen che interagiscono con il quadro strumenti

Telecamere e sensori di parcheggio

G-meter

Pannello temperatura e pressione gomme

Prima Orchestra Professional Sound System



Andrea Rasponi